Francesco nell'arte

Museu Nacional de Belas Artes Rio de Janeiro, Brasile8 marzo - 3 giugno 2018 Cola Dell'Amamatrice, Madonna del latte e Santi, Pinacoteca Civica di Ascoli Piceno   L'immagine di Francesco di Assisi, l'umile ...

L'arte che salva. Immagini della predicazione tra Quattrocento e Settecento. CRIVELLI LOTTO GUERCINO

A cura di Giuseppe Capriotti e Francesca Coltrinari Museo-Antico Tesoro della Santa Casa di Loreto   E' possibile acquistare il biglietto online tramite il link http://www.liveticket.it/lartechesalva     La mostra apre il ciclo di eventi "Mostrare le ...

Capolavori Sibillini. Le Marche e i luoghi della bellezza

a cura di Daniela Tisi e Vittorio Sgarbi Milano Museo Diocesano 20 dicembre 2017 - 30 giugno 2018     Il 19 novembre è terminata la mostra Capolavori Sibillini – L'Arte dei luoghi feriti dal ...

http://artifexarte.it/components/com_gk2_photoslide/images/thumbm/378559Cola_Dell_Amamatrice__Madonna_del_latte_e_Santi__Pinacoteca_Civica_Ascoli_Piceno.jpg
http://artifexarte.it/components/com_gk2_photoslide/images/thumbm/948080banner_prova_2.jpg
http://artifexarte.it/components/com_gk2_photoslide/images/thumbm/363023Invito_CapolavoriSibillini_WEB_01.jpg
News Image

Francesco nell'arte

Museu Nacional de Belas Artes Rio de Janeiro, Brasile8 marzo - 3 giugno 2018 ...

News Image

L'arte che salva. Immagini della predica

A cura di Giuseppe Capriotti e Francesca Coltrinari Museo-Antico Tesoro della Santa Casa ...

News Image

Capolavori Sibillini. Le Marche e i luog

a cura di Daniela Tisi e Vittorio Sgarbi Milano Museo Diocesano 20 dicembre 2017 ...

Home Musei
CRISTOFORO RONCALLI

Museo Antico-Tesoro della Santa Casa di Loreto

Collezione CRISTOFORO RONCALLI, detto il Pomarancio
Pomarance (Pisa) 1552 – Roma 1626

 

Il ciclo degli affreschi per la cupola della Basilica fu eseguito da Cristoforo Roncalli detto il Pomarancio tra il 1610 e il 1614. L'artista dipinse sopra gli archi minori i quattro evangelisti e figure di angeli negli archi più grandi, nel tamburo otto ritratti dei dottori della chiesa greca, sedici putti che reggono stemmi papali e cardinalizi e infine, nella volta, una "gloria di angeli" calata nell'ampio invaso.
Alla fine dell'Ottocento si constatò che, per la loro conservazione, erano necessari lavori di restauro, per i quali fu chiamato Cesare Maccari (1840– 1919). Verificata l'impossibilità di preservare i dipinti in loco, tra il 1888 ed il 1891 essi furono staccati da Ottaviano Ottaviani e riportati su tela.
Le tre gigantesche figure degli Evangelisti San Marco, San Luca e San Giovanni, che ornano le pareti della cosiddetta "Sala Evangelisti" del Museo-Antico Tesoro della Santa Casa, sono porzioni di affreschi staccati dalla Cupola, così l'Angelo, residuo della perduta figura del San Matteo e l'immagine muliebre, a mezza figura, che simboleggia la Fede. Nel Museo della Santa Casa si trova anche esposta la tela raffigurante San Carlo Borromeo genuflesso davanti al crocefisso, che il pittore eseguì nel 1614 per l'omonima Cappella laterale della Basilica, ora dedicata ai Santi Ignazio da Loyola e Filippo Neri.

 

angelo del san matteo   la fede
Angelo del San Matteo    La Fede
  san luca evangelista  
   San Luca evangelista  
san giovanni evangelista  
san marco evangelista
 San Giovanni evangelista    San Marco evangelista