Francesco nell'arte

Museu Nacional de Belas Artes Rio de Janeiro, Brasile8 marzo - 3 giugno 2018 Cola Dell'Amamatrice, Madonna del latte e Santi, Pinacoteca Civica di Ascoli Piceno   L'immagine di Francesco di Assisi, l'umile ...

L'arte che salva. Immagini della predicazione tra Quattrocento e Settecento. CRIVELLI LOTTO GUERCINO

A cura di Giuseppe Capriotti e Francesca Coltrinari Museo-Antico Tesoro della Santa Casa di Loreto   E' possibile acquistare il biglietto online tramite il link http://www.liveticket.it/lartechesalva     La mostra apre il ciclo di eventi "Mostrare le ...

Capolavori Sibillini. Le Marche e i luoghi della bellezza

a cura di Daniela Tisi e Vittorio Sgarbi Milano Museo Diocesano 20 dicembre 2017 - 30 giugno 2018     Il 19 novembre è terminata la mostra Capolavori Sibillini – L'Arte dei luoghi feriti dal ...

http://artifexarte.it/components/com_gk2_photoslide/images/thumbm/378559Cola_Dell_Amamatrice__Madonna_del_latte_e_Santi__Pinacoteca_Civica_Ascoli_Piceno.jpg
http://artifexarte.it/components/com_gk2_photoslide/images/thumbm/948080banner_prova_2.jpg
http://artifexarte.it/components/com_gk2_photoslide/images/thumbm/363023Invito_CapolavoriSibillini_WEB_01.jpg
News Image

Francesco nell'arte

Museu Nacional de Belas Artes Rio de Janeiro, Brasile8 marzo - 3 giugno 2018 ...

News Image

L'arte che salva. Immagini della predica

A cura di Giuseppe Capriotti e Francesca Coltrinari Museo-Antico Tesoro della Santa Casa ...

News Image

Capolavori Sibillini. Le Marche e i luog

a cura di Daniela Tisi e Vittorio Sgarbi Milano Museo Diocesano 20 dicembre 2017 ...

Home Mostre passate Ai Crinali della Storia, p. Matteo Ricci (1552 – 1610) fra Roma e Pechino
Ai Crinali della Storia, p. Matteo Ricci (1552 – 1610) fra Roma e Pechino

a cura di Antonio Paolucci e Giovanni Morello

30 ottobre 2009 – 24 gennaio 2010, Braccio di Carlo Magno, Città del Vaticano


Ai Crinali della Storia

Il quarto centenario della morte di Padre Matteo Ricci (1552-1610) si presenta come un’occasione privilegiata per definire i caratteri precipui della figura e dell’opera di Padre Matteo Ricci nella integralità e complessità della sua esperienza storica, anche alla luce delle ricerche e degli approfondimenti degli ultimi anni. Per l’attualità esemplare della sua mediazione civile e religiosa tra mondi diversi, ai fini della concordia e collaborazione tra gli uomini, appare oggi fondamentale dedicargli adeguate celebrazioni in occasione del quarto centenario della morte, attraverso una serie di eventi di alto contenuto culturale, religioso, scientifico ed educativo.

Tra queste rientra la mostra Ai Crinali della Storia, p. Matteo Ricci (1552 – 1610) fra Roma e Pechino allestita presso il Braccio di Carlo Magno in Vaticano, svoltasi dal 30 ottobre 2009 al 24 gennaio 2010, propugnata dal Comitato Promotore delle Celebrazioni del IV Centenario di Padre Matteo Ricci in collaborazione con i Musei Vaticani, la Curia Generalizia della Compagnia di Gesù e la Pontificia Università Gregoriana.

La mostra, curata dal Prof. Antonio Paolucci e dal Prof. Giovanni Morello, celebra attraverso l’esposizione di più di 150 opere significative, la figura e l’opera di Padre Matteo Ricci, unico occidentale sepolto a Pechino, e apre una finestra sul mondo artistico e culturale della Cina, alla fine della dinastia Ming, attraverso opere originali attualmente conservate nel Museo Missionario Etnologico Vaticano e nel Museo Nazionale di Arte Orientale che per la prima volta verranno prestate per un esposizione e reperti provenienti da numerosi Musei ed Istituzioni scientifiche.

Conosciuto in Cina come Li Madou o Xitai (maestro dell’estremo Occidente), Padre Matteo Ricci può essere considerato non soltanto il pioniere della cristianità nel Celeste Impero ma anche colui che introdusse in Cina la cultura scientifica e artistica dell’Occidente.

L’esposizione è suddivisa in cinque sezioni: prima sezione: Matteo Ricci da Macerata a Roma; seconda sezione: La Compagnia di Gesù e le missioni in oriente; terza sezione: L’opera scientifica e geografica; quarta sezione: La Cina di Padre Matteo Ricci; quinta sezione : L’eredità.

Il tutto è inquadrato nelle grandi scenografie dell’allestimento del maestro Pierluigi Pizzi, che si caratterizzano soprattutto grazie all’alternanza di due colori, il rosso e il blu che connotano i due mondi, quello Occidentale e quello Orientale, tanto diversi sia culturalmente che artisticamente, ma non per questo inconciliabili.

 

Alcune foto della mostra: