Francesco nell'arte

Museu Nacional de Belas Artes Rio de Janeiro, Brasile8 marzo - 3 giugno 2018 Cola Dell'Amamatrice, Madonna del latte e Santi, Pinacoteca Civica di Ascoli Piceno   L'immagine di Francesco di Assisi, l'umile ...

L'arte che salva. Immagini della predicazione tra Quattrocento e Settecento. CRIVELLI LOTTO GUERCINO

A cura di Giuseppe Capriotti e Francesca Coltrinari Museo-Antico Tesoro della Santa Casa di Loreto   E' possibile acquistare il biglietto online tramite il link http://www.liveticket.it/lartechesalva     La mostra apre il ciclo di eventi "Mostrare le ...

Capolavori Sibillini. Le Marche e i luoghi della bellezza

a cura di Daniela Tisi e Vittorio Sgarbi Milano Museo Diocesano 20 dicembre 2017 - 30 giugno 2018     Il 19 novembre è terminata la mostra Capolavori Sibillini – L'Arte dei luoghi feriti dal ...

http://artifexarte.it/components/com_gk2_photoslide/images/thumbm/378559Cola_Dell_Amamatrice__Madonna_del_latte_e_Santi__Pinacoteca_Civica_Ascoli_Piceno.jpg
http://artifexarte.it/components/com_gk2_photoslide/images/thumbm/948080banner_prova_2.jpg
http://artifexarte.it/components/com_gk2_photoslide/images/thumbm/363023Invito_CapolavoriSibillini_WEB_01.jpg
News Image

Francesco nell'arte

Museu Nacional de Belas Artes Rio de Janeiro, Brasile8 marzo - 3 giugno 2018 ...

News Image

L'arte che salva. Immagini della predica

A cura di Giuseppe Capriotti e Francesca Coltrinari Museo-Antico Tesoro della Santa Casa ...

News Image

Capolavori Sibillini. Le Marche e i luog

a cura di Daniela Tisi e Vittorio Sgarbi Milano Museo Diocesano 20 dicembre 2017 ...

Home Mostre passate COMPOSTELA E L’EUROPA La storia di Diego Gelmírez
COMPOSTELA E L’EUROPA La storia di Diego Gelmírez

3 giugno – 1 agosto 2010, Braccio di Carlo Magno - Città del Vaticano


Compostela e l'Europa La storia di Diego Gelmírez

Dal 3 giugno 2010 è possibile ammirare presso il Braccio di Carlo Magno in Vaticano, la mostra: “Compostela e L’Europa. La storia di Diego Gelmírez”.

Compostela come Roma e Gerusalemme, è meta privilegiata dei pellegrinaggi cristiani, e sicuramente la sua storia non può essere disgiunta dall’artefice di questo successo ovvero dal suo primo Arcivescovo Diego Gelmírez.Lo scopo della mostra, suddivisa in nove sezioni, è proprio quello di rendere chiaro il ruolo che Diego Gelmírez ebbe nel conferire tanto successo e tanta popolarità non solo al “Cammino di Santiago” ma alla Galizia in generale. La fama e il prestigio di questi luoghi è strettamente correlato

alla grande operazione culturale e artistica che quest’uomo realizzò nel corso del suo arcivescovato, facendo di Compostela e della Galizia tra l’ XI e il XII secolo, un grande centro di irradiamento dell’arte romanica in tutta Europa.

Innanzitutto a lui si deve la prosecuzione dei lavori della Cattedrale di Santiago, centro indiscusso del pellegrinaggio, e la realizzazione delle grandi facciate del transetto, questo progetto rientra in un grande piano di promozione della città in cui furono costruiti anche palazzi episcopali e infrastrutture urbane, nel fermento culturale

Compostela e l'Europa La storia di Diego Gelmírez
generale si inseriscono anche scuole dedicate alla Grammatica e alla compilazione di testi storici, religiosi e letterari.

La mostra curata da Manuel Castiñeira, consente di vivere o rivivere attraverso percorsi tridimensionali la bellezza dei luoghi del “Camino di Santiago”, non solo quelli reali ma anche quelli che purtroppo sono andati perduti nel tempo, e la storia del suo promotore Diego Gelmírez.

signumTra i pezzi provenienti dalla Cattedrale di Santiago presenti in mostra le colonne tortili e il bassorilievo Donna con con i grappoli d’uva, così come opere d’arte di monumenti situati lungo le vie di altri centri importanti del pellegrinaggio: Santa Fede di Conques, San Saturnino di Tolosa o Santiago di Altopascio, presenti anche le colonne salomoniche di Trinità dei Monti e San Carlo a Cave, ed un epistolario tra Gelmírez e il Duomo di Pistoia.

La mostra a ingresso gratuito, è anche la prima realizzata da Santiago di Compostela e oltre ad offrire una visione completa della storia del suo pellegrinaggio, consente di recepire i presupposti dell’arte romanica e della sua diffusione in tutta Europa.

 



Photogallery

 

Città del Vaticano, Braccio di Carlo Magno

3 giugno 2010 – 1 agosto 2010