Francesco nell'arte

Museu Nacional de Belas Artes Rio de Janeiro, Brasile8 marzo - 3 giugno 2018 Cola Dell'Amamatrice, Madonna del latte e Santi, Pinacoteca Civica di Ascoli Piceno   L'immagine di Francesco di Assisi, l'umile ...

L'arte che salva. Immagini della predicazione tra Quattrocento e Settecento. CRIVELLI LOTTO GUERCINO

A cura di Giuseppe Capriotti e Francesca Coltrinari Museo-Antico Tesoro della Santa Casa di Loreto   E' possibile acquistare il biglietto online tramite il link http://www.liveticket.it/lartechesalva     La mostra apre il ciclo di eventi "Mostrare le ...

Capolavori Sibillini. Le Marche e i luoghi della bellezza

a cura di Daniela Tisi e Vittorio Sgarbi Milano Museo Diocesano 20 dicembre 2017 - 30 giugno 2018     Il 19 novembre è terminata la mostra Capolavori Sibillini – L'Arte dei luoghi feriti dal ...

http://artifexarte.it/components/com_gk2_photoslide/images/thumbm/378559Cola_Dell_Amamatrice__Madonna_del_latte_e_Santi__Pinacoteca_Civica_Ascoli_Piceno.jpg
http://artifexarte.it/components/com_gk2_photoslide/images/thumbm/948080banner_prova_2.jpg
http://artifexarte.it/components/com_gk2_photoslide/images/thumbm/363023Invito_CapolavoriSibillini_WEB_01.jpg
News Image

Francesco nell'arte

Museu Nacional de Belas Artes Rio de Janeiro, Brasile8 marzo - 3 giugno 2018 ...

News Image

L'arte che salva. Immagini della predica

A cura di Giuseppe Capriotti e Francesca Coltrinari Museo-Antico Tesoro della Santa Casa ...

News Image

Capolavori Sibillini. Le Marche e i luog

a cura di Daniela Tisi e Vittorio Sgarbi Milano Museo Diocesano 20 dicembre 2017 ...

Home Eventi Gaudí a Roma
Gaudí a Roma

dal 24/11/2011 al 15/01/2012

 

gaudi-eventi__

Mostra
Gaudí La Sagrada Família de Barcelona. Arte, scienza, spiritualità
24 novembre
Braccio di Carlo Magno, Piazza San Pietro - Città del Vaticano

L’evento prevede diversi interventi istituzionali e un momento musicale a cura dei prestigiosi flautisti Claudi Arimany ed Enric Ribalta.

vedi photogalley

 

 

 

 

Conferenza

12_dic_11Architettura: simbolo e sacro. Un secolo dopo Gaudí
12 dicembre 2011 - ore 18.00
MAXXI. Museo nazionale delle arti del XXI secolo
via Guido Reni 4, Roma

Con l’intervento del card. Gianfranco RAVASI, presidente del Pontificium Consilium de Cultura, e dell’architetto Mario Botta.
Modera il colloquio Maria Antonietta Crippa, architetto.
vedi photogallery

 

 

Conferenza
14_dic_11L’Epoca di Gaudí in Catalogna e in Italia
14 dicembre 2011 - ore 18.00
Ambasciata di Spagna presso la Santa Sede
Palazzo di Spagna, Roma

Giovanni Maria VIAN, direttore de L’Osservatore Romano Riccard TORRENTS, saggista, critico letterario, ex rettore dell’Universitat de Vice presidente della Societat Verdaguer
vedi photogallery

 

 

 

Concerto
13_gen_12Coro di voci bianche Escolania de Montserrat
13 gennaio 2012 - ore 18.00
Comunicato Stampa del Concerto
Basilica di Santa Maria in Trastevere
Piazza di Santa Maria in Trastevere, Roma

vedi photogallery

 

L’Escolania de Montserrat è una delle scuole di musica più antiche d’Europa.

Già nel XIII secolo, il monastero benedettino e santuario mariano di Montserrat conta un piccolo gruppo di cantori che, attraverso la pratica del canto e di diversi strumenti musicali, sono al servizio di questo luogo così singolare. Nel corso dei secoli, la suddetta scuola musicale di Montserrat ha formato compositori ed interpreti di rilievo quali: Joan Cererols, Anselm Viola, Narcís Casanovas, Antoni

Soler, Ferran Sor, Anselm Ferrer, ecc.

Sotto la direzione e prolungato insegnamento (1953-1997) da parte del Padre Ireneu Segarra, il coro di voci bianche de l’Escolania ha inciso oltre un centinaio di Dischi ottenendo alcuni dei più prestigiosi premi internazionali.

 

A partire dal 1968, l’Escolania si esibisce fuori da Montserrat in concerti realizzati in diverse località della Spagna o per partecipare a festival o tournée in paesi europei e di altri e di altri continenti.

 

Ha collaborato con diverse orchestre di prestigio, come l’Orchestra del Teatre Lliure di Barcellona, l’

Orchestra Nazionale da camera di Andora, Les Sacqueboutiers de Toulouse, l’Orchestra Città di Granada, l’Orchestra Sinfonica di del Vallès, Musica Ducis Brabantiae dei Paesi Bassi e l’Orchestra Sinfonica di Barcellona e Nazionale della Catalogna. Ha partecipato al concerto inaugurale del Forum delle Culture con l’opera Requiem di guerra di Benjamin Britten, diretta da Mstislav Rostropovich. Ha collaborato inoltre con l’Orchestra Le Concert des Nations e La Capella Reial de Catalunya, dirette da Jordi Savall, con l’Orchestra de L’Acadèmia del Gran Teatre del Liceu per il Requiem di Gabriel Fauré, e

quest’anno con l’Orchestra di Cadaqués, diretta da Sir Neville Marriner, in occasione del concerto Tre responsori di Narcís Casanoves e Sogno di una notte d’estate di Felix Mendelssohn.

 

Vanno ricordati, inoltre, i numerosi dischi incisi da l’Escolania, sia con altre formazioni musicali che con l’accompagnamento di organo o pianoforte. Tra gli ultimi CD incisi vanno segnalati: O Vos Omnes, El nostre Nadal e P. Miquel Lòpez, e un doppio CD dei Responsoris per a l’Ofici de Tenebres de Setmana Santa di Narcís Casanoves.

Attualmente l’Escolania è formata da più di cinquanta giovani cantori, tra i nove e quattordici anni, provenienti da tutta la Catalogna ed anche dal resto dei territori di lingua madre catalana.

Durante gli anni di studio a Montserrat i cantori seguono gli ultimi corsi di scuola media e i primi delle superiori, così come i relativi insegnamenti musicali. Ogni cantore studia due strumenti (il pianoforte e un secondo strumento a scelta), linguaggio musicale, pratica strumentale di gruppo, e naturalmente, canto corale, che è la specialità de l’Escolania. Una volta fuori da Montserrat, gran parte dei cantori proseguono gli studi musicali; specialmente negli ultimi anni alcuni di loro si sono distinti professionalmente come cantanti, strumentisti o direttori.

 

La finalità de l’Escolania, oggi come nei secoli passati, è la partecipazione giornaliera alla preghiera del santuario, assieme ai numerosi pellegrini in visita da tutto il mondo. Un’altra sua funzione è la diffusione della musica sacra, così come della musica corale, sia di autori propri (Escola Montserratina) che di compositori internazionali.

 

Scheda di sintesi di tutti gli eventi.

 

 


 

24 novembre 2011
Inaugurazione della mostra <<Gaudí: La Sagrada Família de Barcelona. Arte,
scienza e spiritualità>>

Luogo: Atrio dell’Aula Nervi e Braccio di Carlo Magno

L’evento prevede diversi interventi istituzionali e un momento musicale a cura dei
prestigiosi flautisti Claudi Arimany ed Enric Ribalta.
______________________________________________

12 dicembre 2011
Sessione accademica
Architettura: simbolo e sacro. Un secolo dopo Gaudí

Con l’intervento del card. Gianfranco RAVASI, presidente del Pontificium
Consilium de Cultura, e dell’architetto Mario Botta.
Modera il colloquio Maria Antonietta Crippa, architetto.

Luogo: Maxxi. Museo nazionale delle arti del XXI secolo. (via Guido Reni, 4)
______________________________________________

14 dicembre 2011
Sessione accademica
L’epoca di Gaudí in Catalogna e in Italia

Interveranno:
Giovanni Maria VIAN, direttore de L’Osservatore Romano
Riccard TORRENTS, saggista, critico letterario, ex rettore dell’Universitat de Vic
e presidente della Societat Verdaguer

Luogo: Ambasciata di Spagna presso la Santa Sede

______________________________________________

13 gennaio 2012
Concerto di chiusura, a cura de l’Escolania de Montserrat

Luogo: Santa Maria in Trastevere

L’Escolania de Montserrat è una delle scuole di musica più antiche d’Europa.
Già nel XIII secolo, il monastero benedettino e santuario mariano di Montserrat
conta un piccolo gruppo di cantori che, attraverso la pratica del canto e di diversi
strumenti musicali, sono al servizio di questo luogo così singolare. Nel corso
dei secoli, la suddetta scuola musicale di Montserrat ha formato compositori ed
interpreti di rilievo quali: Joan Cererols, Anselm Viola, Narcís Casanovas, Antoni
Soler, Ferran Sor, Anselm Ferrer, ecc.
Sotto la direzione e prolungato insegnamento (1953-1997) da parte del Padre
Ireneu Segarra, il coro di voci bianche de l’Escolania ha inciso oltre un centinaio di
Dischi ottenendo alcuni dei più prestigiosi premi internazionali.

A partire dal 1968, l’Escolania si esibisce fuori da Montserrat in concerti realizzati
in diverse località della Spagna o per partecipare a festival o tournée in paesi
europei e di altri e di altri continenti.

Ha collaborato con diverse orchestre di prestigio, come l’Orchestra del
Teatre Lliure di Barcellona, l’Orchestra Nazionale da camera di Andora, Les
Sacqueboutiers de Toulouse, l’Orchestra Città di Granada, l’Orchestra Sinfonica di
del Vallès, Musica Ducis Brabantiae dei Paesi Bassi e l’Orchestra Sinfonica di
Barcellona e Nazionale della Catalogna. Ha partecipato al concerto inaugurale
del Forum delle Culture con l’opera Requiem di guerra di Benjamin Britten, diretta
da Mstislav Rostropovich. Ha collaborato inoltre con l’Orchestra Le Concert des
Nations e La Capella Reial de Catalunya, dirette da Jordi Savall, con l’Orchestra
de L’Acadèmia del Gran Teatre del Liceu per il Requiem di Gabriel Fauré, e
quest’anno con l’Orchestra di Cadaqués, diretta da Sir Neville Marriner, in
occasione del concerto Tre responsori di Narcís Casanoves e Sogno di una notte
d’estate di Felix Mendelssohn.

Vanno ricordati, inoltre, i numerosi dischi incisi da l’Escolania, sia con altre
formazioni musicali che con l’accompagnamento di organo o pianoforte.
Tra gli ultimi CD incisi vanno segnalati: O Vos Omnes, El nostre Nadal e P. Miquel
Lòpez, e un doppio CD dei Responsoris per a l’Ofici de Tenebres de Setmana
Santa di Narcís Casanoves.

Attualmente l’Escolania è formata da più di cinquanta giovani cantori, tra i nove e
quattordici anni, provenienti da tutta la Catalogna ed anche dal resto dei territori
di lingua madre catalana.
Durante gli anni di studio a Montserrat i cantori seguono gli ultimi corsi di scuola
media e i primi delle superiori, così come i relativi insegnamenti musicali. Ogni
cantore studia due strumenti (il pianoforte e un secondo strumento a scelta),
linguaggio musicale, pratica strumentale di gruppo, e naturalmente, canto corale,
che è la specialità de l’Escolania. Una volta fuori da Montserrat, gran parte dei
cantori proseguono gli studi musicali; specialmente negli ultimi anni alcuni di loro
si sono distinti professionalmente come cantanti, strumentisti o direttori.

La finalità de l’Escolania, oggi come nei secoli passati, è la partecipazione
giornaliera alla preghiera del santuario, assieme ai numerosi pellegrini in visita da
tutto il mondo. Un’altra sua funzione è la diffusione della musica sacra, così come
della musica corale, sia di autori propri (Escola Montserratina) che di compositori
internazionali.